Il mondo dei motori. Notizie su auto, tendenze e novità

Ride Sharing, tutti i modi per condividere un auto

Scritto da Stefano Lamboglia • Sabato, 9 settembre 2017


Avete sentito parlare di ride sharing? Questa è una nuova forma di mobilità sostenibile urbana che è davvero ottimale ed è utilizzata da migliaia di persone ogni giorno

E' la chiave della cosiddetta sharing economy. Ma come funziona? Quando si parla di mobilità sostenibile ci si riferisce spesso a biciclette, auto elettriche, il treno o comunque a tutti quei mezzi che non utilizzano carburante derivato da combustibili.

Eppure oggi giorno non è facile rinunciare all'auto in quanto gli spostamenti divengono sempre più necessari, ma allo stesso tempo si cerca di risparmiare visti gli alti prezzi del carburante. È per questo che sono un'altra delle forme di mobilità che cercano di salvaguardare l'ambiente e anche ridurre il problema dell' automobile. Queste soluzioni innovative garantiscono la condivisione dell'auto tra diverse persone. Il ride sharing è un fenomeno che si sta diffondendo nelle zone urbane grazie a una serie di applicazioni per dispositivi mobili che permettono di ottenere un passaggio facilmente a chi non ha l'auto. Invece dall'altra parte chi ha l'auto può offrire un passaggio e ridurre i costi dell'automobile. Questa procedura dà la possibilità di scambiare un passaggio in cambio di denaro. Sicuramente un'alternativa green all'utilizzo indiscriminato delle automobili.

I vari modi di mettere in campo il ride sharing

Per usufruire delle possibilità garantite dal ride sharing c'è la possibilità di noleggiare un'automobile e quindi di scegliere un servizio in Car Sharing con auto messe a disposizione da privati o da una società. Oppure si può scegliere la condivisione della propria auto con più persone attraverso il sistema del car pooling. In questo modo si avrà un sistema che permetterà ai vostri accompagnatori di viaggiare come dei veri e propri pendolari che condividono lo stesso percorso ma nell'auto di uno dei presenti. Questo servizio è sempre istantaneo, in entrambi i casi ed è possibile semplicemente prevedere un po' di tempo di anticipo nella prenotazione e poi andare avanti nella scelta del servizio da utilizzare. Non bisognerà pagare i costi extra quanto piuttosto avvalersi delle App dedicate soltanto per garantire il pagamento e il rispetto degli orari e dei patti. La differenza perciò riguarda soltanto la condivisione del mezzo, che non sarà di una società o di un privato qualsiasi ma sarà un mezzo appartenente a una persona che sta andando in un posto insieme a voi.

Il servizio di ride sharing

Mentre negli Stati Uniti d'America il ride sharing ha avuto un boom davvero sorprendente fin dai primi istanti, in Italia invece ci sono stati (e ci sono) diversi problemi in questo senso. Però da qualche tempo è nata l'App Bla Bla Car che dà la possibilità di viaggiare risparmiando con una sorta di autostop pianificato. Sulla stessa scia sono nati anche tanti altri servizi come Enjoy, Guidami e Car2Go che sono attivi soprattutto a Roma, Milano, Torino, Bologna e Firenze. Ma, giorno dopo giorno nascono sempre più servizi del genere che permettono di usufruire dell'auto a dei prezzi molto scontati.

720 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

0 Trackbacks

  1. Nessun Trackbacks

0 Commenti

Mostra commenti (Cronologicamente | Per argomento)
  1. Nessun commento

Aggiungi Commento


Enclosing asterisks marks text as bold (*word*), underscore are made via _word_.
Standard emoticons like :-) and ;-) are converted to images.
To leave a comment you must approve it via e-mail, which will be sent to your address after submission.

To prevent automated Bots from commentspamming, please enter the string you see in the image below in the appropriate input box. Your comment will only be submitted if the strings match. Please ensure that your browser supports and accepts cookies, or your comment cannot be verified correctly.
CAPTCHA